Il Chiostro

Blend da uvaggio tardivo

CellaGrande

Descrizione

Denominazione: vino da tavola
Base ampelografica: 100% Erbaluce
Zona di produzione: Viverone, provincia di Biella, Piemonte Altitudine: 250 / 300 metri sul livello del mare
Terreno / esposizione: Versante meridionale della Serra Morenica di Ivrea digradante verso il lago di Viverone, caratterizzato da ottima esposizione e suolo a reazione acida
Sistema d’impianto: Pergola canavesana
Vendemmia: Fine di novembre / primi di dicembre
Vinificazione e affinamento: Vino ottenuto da uve Erbaluce sovramature portate a parziale appassimento sulla pianta. Fermentazione in vasche di acciaio inox a temperatura controllata 18°C. Blend con Erbaluce di Caluso fermo atto a docg per ricreare un interessante equilibrio tra freschezza, morbidezza e dolcezza. Affinamento in acciaio per sei mesi più ulteriori sei mesi in bottliglia
Gradazione: 13,5 % vol.
Temperatura di servizio: 12-14 gradi
Caratteristiche organolettiche ed abbinamenti:
Alla vista: si presenta con un color paglierino intenso dai riflessi dorati
Al naso: spiccano note di fiori bianchi, frutta tropicale matura, nocciole e pietra focaia
Al palato: ha una piacevole e morbida beva grazie agli zuccheri residui dati dalla sovramaturazione delle uve, bilanciata da acidità e sapidità in correttezza. Di discreto corpo e buona persistenza

Ideale per abbinamenti audaci dal salato al dolce: Salmone affumicato, crostacei, secondi piatti di pollo o coniglio, funghi, formaggi di capra freschi, erborinati o stagionati, pasticceria secca tradizionale piemontese

Vino Erbaluce Il Chiostro CellaGrande


By Bagnod

Vieni a degustare "il chiostro" a cellagrande

“IL CHIOSTRO”

Blend da uvaggio tardivo

“MEMORE”

Vino rosso da tavola

“FRANCIGENO”

Metodo Martinotti, Brut

“ARDOREM”

Erbaluce di Caluso Passito DOCG

“TARDIF”

Vino bianco tardivo

"BRUT"

Metodo Classico Brut

“San Michele”

Erbaluce di Caluso DOCG

“Grapa Erbalus”

Grappa da vinacce di Erbaluce

“Don Vignac”

Brandy di Erbaluce

Desideri informazioni sui nostri vini o sulla nostra Cantina?